Concerto Rolling Stones, oltre 70mila fan in delirio, sindaco di Roma risponde alle polemiche sui costi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Giu 2014 alle ore 12:06pm

I Rolling Stones hanno stregato Roma con il loro mega concerto che si è tenuto ieri sera al Circo Massimo.

I veterani Keith Richards, Mick Jagger, Ron Wood, Charlie Watts e gli altri hanno mandato in delirio un pubblico scatenato di oltre 70mila fan per l’unica data italiana del loro tour “14 on Fire“.

Circa due ore di concerto, per 19 canzoni. L’apertura con “Jumpin’ Jack Flash” poi via via altri successi come “Streets Of Love”, “Out Of Control”, “Respectable”, “Miss you” e alla fine “Satisfaction”. Jagger ha ringraziato il pubblico italiano, con “Ciao Roma” e si è detto emozionato di essere tornato in Italia, facendo anche previsioni su una vittoria azzurra ai Mondiali di Calcio.

Gli Stones sono giunti a Roma dopo i concerti tenuti a Oslo, Lisbona, Zurigo, Tel Aviv, Berlino, Parigi, Vienna e Dusseldorf. Chiuderanno la loro tournèe a Madrid e in Danimarca. La grande festa di questa notte ha fatto dimenticare a tutti anche i disagi subiti per il blocco della circolazione (la zona intorno al Circo Massimo è stata off-limits per ben due giorni) e per il prezzo di favore fatto dal Comune di Roma alla band inglese per l’affitto del suolo. Circa ottomila euro contro gli oltre 300mila pagati dagli Stones a Londra.

Ma dopo tante polemiche non è tardata ad arrivare anche la risposta del sindaco Marino: “Roma guadagna 25 milioni in un giorno: in oltre 60mila sono giunti in città e andati in hotel e ristoranti, che hanno preso un taxi, un gelato”,, precisando anche che “gli organizzatori danno al comune in totale 100mila euro“, e “sono gli organizzatori a pagare Ama (pulizia), Atac (chiusura metro prorogata), straordinari polizia locale ecc…”.