Rubate le cartelle cliniche di Schumacher, la famiglia teme che possano essere pubblicate

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Giu 2014 alle ore 4:48pm

Le cartelle cliniche di Michael Schumacher sono state rubate e la famiglia e il management del ex campione di formula 1 hanno ora paura che possano essere pubblicate.

Di recente si è appreso, che dopo mesi e mesi di coma, subentrato dopo la bruttissima caduta dagli sci, il pluri campione del mondo di Formula 1, è stato trasferito da Grenoble ad una clinica privata per la riabilitazione.

In un comunicato stampa, veniva annunciato che le sue condizioni di salute erano migliorate, ma che d’ora in poi non si avrebbero più avute notizie al riguardo.

Ora un nuovo comunicato stampa, informa che le cartelle cliniche di Schumi sono state rubate e forse messe già in vendita, annunciando che chiunque le acquisterà sarà perseguitato con azione legale.

L’acquisto e la pubblicazione di questi documenti sono vietati. Il contenuto di ogni documento medico è totalmente privato e confidenziale e non deve essere divulgato al pubblico. Agiremo in ogni singolo caso chiedendo l’incriminazione e i danni per la pubblicazione o il riferimento alle cartelle cliniche”, come giusto che sia.