Salute e sicurezza: l’OCSE dà 10 al Trentino

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Giu 2014 alle ore 8:23am


L’OCSE ha pubblicato oggi un sito interattivo che permette di capire quali siano le regioni dove si vive meglio da un punto di vista di sicurezza e salute.

Ebbene, il Trentino Alto Adige, risulta essere tra le regioni italiane in prima posizione per salute e sicurezza, avendo ottenuto il massimo dei “voti” su una scala da 1 a 10.

Nello specifico questi due indicatori misurano, anche l’aspettativa di vita e il tasso di omicidi volontari per 100.000 persone (che qui raggiunge solo lo 0,3).

Il nuovo sito consente di visualizzare i punteggi relativi alla qualità della vita e i voti dati dall’Ocse su materie che interessano il benessere relativamente al territorio facendo una comparazione con altre regioni.

Lo studio ha raccolto i dati di 34 Paesi e ben 362 regioni, delle zone più avanzate del pianeta valutando le statistiche economiche e il PIL.

Ma oltre ai dati che riguardano salute e sicurezza, è possibile conoscere anche altri dati: reddito, lavoro, scolarizzazione, partecipazione alla vita istituzionale dei cittadini e tanto altro ancora.

Con un punteggio di 6,7 il Trentino risulta essere la prima regione italiana con la percentuale di famiglie che hanno accesso ad Internet con la banda larga.

E per quanto riguarda il lavoro (rapporto tra persone impiegate e popolazione in età lavorativa (15-64 anni), il Trentino si trova al 3° posto e in seconda posizione per il livello di scolarizzazione.

Inoltre l’Ocse si è concentrata anche sull’ambiente, valutando la quantità di persone esposte alle polveri sottili e il Trentino si è trovato 14^ posizione (prima in Italia è la Sardegna).

Molto buona anche la partecipazione della cittadinanza alla vita delle istituzioni, collocandosi tra le regioni in cui l’affluenza alle urne è più alta.

Simile come qualità di vita del Trentino è la regione Giapponese dell’Hokuriku.