‘Bonus giovani’ un fallimento, disoccupazione comunque da record

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 29 Giu 2014 alle ore 10:24am


Secondo un rapporto Inps, sono state soltanto 22 mila le assunzioni effettuate grazie al ‘bonus giovani‘, istituito lo scorso anno dal governo Letta.

Con lo stanziamento di 794miloni per gli anni 2013-2015 il governo ambiva a realizzare 100.000 nuovi posti (non turn over) per giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, ma finora, purtroppo, questo non è accaduto.

Tale provvedimento permette infatti alle aziende di non pagare per 18 mesi i contributi per ogni dipendente giovane assunto. Mentre per il lavoratore il bonus è di un terzo dello stipendio (fino a un massimo di 650 euro mensili) per 18 mesi.

A rivelare tale fiasco è l’Inps che indica anche che al 23 giugno, il numero complessivo delle richieste di prenotazione giunte per l’assunzione di giovani disoccupati erano 28.606, ma tra queste 5.499 sono scadute (ovvero andavano confermate entro la settimana successiva alla prenotazione).