Sono iniziate oggi, nel porto di Gioia Tauro le operazioni di trasbordo del carico di armi chimiche provenienti dalla Siria, giunte in Italia con il cargo danese Ark Futura, arrivato all’alba.

Il via alle operazioni è stato dato dopo che gli ispettori Opac hanno controllato tipo, quantità e imballaggi delle armi chimiche pervenute.

Si tratta del primo, dei 78 container che è stato trasbordato nella stiva della nave statunitense Cape Ray.

I primi 3 container che sono stati trasferiti dalla Ark Futura alla Cape Ray sono quelli che contengono iprite (o gas mostarda) per un totale di circa 20 tonnellate.

La nave americana ha chiesto di imbarcare per prima questa tipologia di container, per i quali si è deciso di usare delle gru fisse. Poi toccherà agli altri 75 che contengono precursori del sarin.

I residui saranno inviati in Inghilterra, Germania e Norvegia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.