A Taranto secondo un recente studio condotto dall’Istituto Superiore di Sanità, la mortalità infantile è maggiore del 21% rispetto alla media regionale.

Secondo lo studio, nell’area che è stata sottoposta a rilevamenti c’è un incidenza di tutti i tipi di tumori nella fascia 0-14 anni pari al 54%, mentre nel primo anno di vita l’eccesso di mortalità è del 20%.

Per alcune malattie di origine perinatale, ovvero acquisite durante la gravidanza, l’aumento della mortalità è addirittura del 45%.

Lo studio in questione, ha poi esaminato anche la Terra dei Fuochi, dove l’eccesso di mortalità rispetto al resto della regione è del 13%. In pratica, il 10% riguarda gli uomini e il 13% le donne nei comuni della provincia di Napoli, mentre per quelli della provincia di Caserta è rispettivamente del 4 e del 6%.

Lo studio, spiega inoltre, che tale analisi si concentra su 55 comuni, che hanno registrato un eccesso di ricoveri ospedalieri per diversi tipi di tumore. Tra le patologie più presenti, ci sono i tumori maligni dello stomaco, del fegato, del polmone, della vescica, del pancreas, della laringe, del rene e il linfoma non Hodgkin.

Dato positivo che non si è rilevato rispetto a Taranto è l’eccesso di mortalità tra i bambini, mentre il tasso di ricoveri nel primo anno di età per i tumori è maggiore del 51% nella provincia di Napoli e del 68% in quella di Caserta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.