Nella notte raid su Gaza. Sono stati 160 gli attacchi da parte dell’aviazione israeliana contro “obiettivi strategici”.

Sarebbero stati colpiti i rifugi e le postazioni di Hamas, e distrutti 120 siti utilizzati per il lancio di razzi. Sirene d’allarme a Tel Aviv e tre esplosioni nella zona.

Il Jerusalem Post il sistema antimissile Iron Dome avrebbe intercettato cinque missili palestinesi.

Il bilancio di questa azione di guerra, secondo fonti mediche palestinesi, è già di 25 morti e di decine di feriti. Tra le vittime anche soprattutto donne e bambini.

Naturalmente a tutto questo si sta preparando a partire un’azione terrestre da parte dell’esercito israeliano, tant’è che il governo ha richiamato a sé già 40 mila riservisti.

La Casa Bianca condanna il lancio di razzi da Gaza, sostenendo il diritto di “Israele di difendersi”. Mentre il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, afferma che “Bisogna evitare una spirale irreversibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.