Intervista a Patrizio Rispo, attore di teatro, cinema e tv

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Lug 2014 alle ore 7:00am

Tuttoperlei.it ha intervistato Patrizio Rispo, attore di teatro, cinema e televisione, noto al grande pubblico soprattutto per la sua partecipazione alla soap opera di Rai 3, ‘Un posto al sole’, nella quale dal 1996 interpreta Raffaele Giordano, il simpaticissimo portiere di “Palazzo Palladini“.

Nato a Napoli, Patrizio ha iniziato a lavorare prima nel cabaret con un gruppo chiamato ‘Il criticone‘, con Francesco Paolantoni e Mario Porfito e successivamente nel cinema come stuntman, per poi iniziare un percorso nel campo della recitazione.

In teatro ha recitato con Vittorio Caprioli, Eros Pagni, Carla Gravina, Valeria Moriconi. È stato diretto da Egisto Marcucci, Giancarlo Sepe, Giancarlo Cobelli, Massimo Castri.

Al cinema lo abbiamo visto ‘Nel regno di Napoli‘, regia di W. Shoereter, ‘Morte di un matematico napoletano‘, regia di Mario Martone, ‘Pacco, doppio pacco e contropaccotto, regia di Nanni Loy , ‘Sarahsarà, regia di Renzo Martinelli, ‘Figurine‘, regia di Giovanni Robbiano, ‘Le mani forti‘, regia di Franco Bernini, ‘La vita degli altri‘, regia di Nicola De Rinaldo, ‘Travolti dal destino‘ (Swept Away), regia di Guy Ritchie, ‘Olimpo Lupo cronista di nera‘, regia di Fabrizio Laurenti, ‘Il Natale rubato‘, regia di Pino Tordiglione, ‘Certi bambini‘, regia di Andrea Frazzi e Antonio Frazzi, ‘Ci sta un francese, un inglese e un napoletano‘, regia di Eduardo Tartaglia, ‘Linea di konfine‘, regia di Fabio Massa, ‘Il fotografo‘, regia di Carmine Girolamo, ‘L’era legale‘, regia di Enrico Caria , ‘Teresa Manganiello Santa‘, regia di Giuseppe Tordiglione , ‘Impepata di nozze – Sposarsi al sud è tutta un’altra storia‘, regia di Angelo Antonucci, ‘Benvenuto Presidente‘, regia di Riccardo Milani , ‘Neverending Summer‘, regia di Brando Improta, ‘Malanapoli’, regia di E. Morzillo, e in ‘The grotto‘, regia di Giordany Orellanna.

In tv in: ‘La Piovra 7‘, regia di Luigi Perelli, ‘Morte di una strega‘ di Cinzia Th. Torrini, ‘Gente di mare‘, ‘Assunta Spina‘, regia di Riccardo Milani, ‘Crimini‘, regia di Stefano Sollima, ‘Un posto al sole d’estate‘, ‘7 vite 2‘, ‘Nero Wolfe‘, regia di Riccardo Donna, ‘Caruso, la voce dell’amore‘, regia di Stefano Reali, e in ultimo ‘Un posto al sole coi fiocchi‘, regia di Fabio Sabbioni.

A Patrizio abbiamo chiesto:

In che modo ti sei avvicinato alla recitazione?

A scuola con i padri Barnabiti, che hanno scorto nella mia curiosità e capacità di osservare gli altri, il talento dell’attore. Con loro ho conosciuto il teatro e non l’ho mai più abbandonato“.

Cosa ha rappresentato per te, recitare con un grande attore, regista e sceneggiatore come Troisi, nel film ‘Ricomincio da tre’?

Poco si vede dal film, ma la frequentazione con Massimo mi ha dato molto, anche perché io sono affascinato e vorace dai talenti altrui. Massimo aveva una visione della realtà unica e spiazzante“.

Patrizio, per 5 anni, insieme a Biagio Izzo, Mario Porfito e Mimmo Esposito hai avuto una compagnia teatrale. Ce ne parli?

Ho sempre creduto che fare squadra sia un valore aggiunto… ma non è da tutti capirlo. E’stato un periodo di grande divertimento e crescita professionale e mi addolora ancora che sia finita. Ma ognuno di noi aveva la propria strada da percorrere”.

Raffaele Giordano, è uno dei volti storici di ‘Un posto al sole’. Padre affettuoso, amico disponibile, uomo solare, frizzante, curioso ed energico. In cosa ti somiglia e in cosa no?

Mi assomiglia molto ed io a lui, praticamente ora sono una terza persona da me frutto di Raffaele e Patrizio“.

Di recente ci siamo incontrati alla Mostra fotografica a Castel dell’Ovo in occasione dei 18 anni di successi di ‘Un Posto al Sole’. 4000 puntate che hanno visto anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris premiare cast e produzione con una onorificenza. Potresti dirci, secondo te, perché questa soap piace tanto, oltre alle tematiche sociali in essa trattate?

Perché raccontiamo la vita con semplicità ma anche offrendo grandi spunti di riflessione che puntualmente arrivano a chi ci segue. E quando ci fermano, non mancano mai di ringraziarci per l’esempio che diamo e per la Napoli che facciamo vedere!.

In ‘Un Posto al Sole’, sei un appassionato di cucina, tant’è che conduci anche un programma gastronomico. Nella vita reale, nel 2006 hai pubblicato il ricettario ‘Un pasto al sole’, raccolta di ricette famigliari, basate sulla cucina partenopea. Come è nata in te questa passione, e qual’è il piatto che ami di più?

Il libro ‘Un pasto al sole’ è appena uscito per Rai Eri Edizioni, arricchito di ricette nuove e contributi di amici. E’ un’antica passione di famiglia che in questo libro diventa prezioso compagno di cucina: piatti della tradizione, semplici e validi anche come risposta alla temuta domanda giornaliera: ‘Che facciamo da mangiare oggi???’. Amo i primi perché mi consentono di improvvisare cosa che amo fare anche in scena“.

Hai ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui quelli come ‘miglior attore’, cosa rappresentano per te? .

Certo i premi sono gratificanti, ma la gioia più grande è quando vedo le persone che mi si avvicinano già da lontano, con il sorriso sulle labbra e gli occhi pieni di affetto“.

Nel 2009 sei stato impegnato con due tour teatrali ‘Se devi dire una bugia dilla grossa‘ e ‘Matrimonio a sorpresa‘ nel 2011 hai recitato in ‘Felici in circostanze misteriose’. Ci spieghi in termini di emozioni, e di esperienza cosa ti hanno regalato?

Il teatro per un attore è come la fermata al pit stop per un pilota!!! Si fa la messa a punto dello strumento e delle emozioni. Fondamentale è recitare davanti al pubblico“.

Patrizio, sei stato impegnato anche nella duplice veste di autore e conduttore di programmi tv: ‘L’occhio sul teatro’ (Rai 3), ‘A livello di Domenica’ (Can 21), ‘Cuochi d’artificio’ (Tele A) e ‘L’ora legale’ (Can 21).
C’è la possibilità in futuro, di rivederti ancora, in un tuo programma?

Mai dire mai… Ora sono impegnato a valorizzare il territorio dell’area Flegrea e dei comuni del Nolano per i quali ho curato una serie di eventi e convegni portando l’attenzione mediatica e lasciando sul territorio una serie di interventi come l’illuminazione di alcuni monumenti“.

Infatti, di recente, si è concluso il progetto ‘Dalle Origini al Medioevo’ tenutosi in 5 comuni campani. Una tre giorni di manifestazioni artistico culturali, in cui hai omaggiato il grande Totò, attraverso un recital di letture, musica e divertimento sulla splendida voce e teatralità di Daniela Fiorentino.

Collabori con l’UNICEF e dal 2010 sei Ambasciatore di CBM Italia. Cosa ti lasciano queste due esperienze?

Io sono un ansioso e amo le persone e la natura, e troppo spesso mi spaventa vedere cosa è capace di fare l’uomo. Avere a che fare con persone, che dedicano la propria vita agli altri. mi arricchisce e rincuora. E sapere, che nel mio piccolo, riesco ad amplificare campagne di impegno civile e sociale mi rende felice“.

Un’ultima domanda. Hai alle spalle una lunga storia d’amore coronata nel 2001 con il matrimonio e con la nascita di due figli, Giordano e Tommaso, i quali hanno già esordito in ‘Un posto al sole’. Auspichi per loro un futuro come il tuo?

Nel senso che ho seguito le mie passioni??? Assolutamente sì!!.

Tuttoperlei.it ringrazia Patrizio Rispo per la simpatia e la disponibilità dimostrata.