L’appello del Papa: “Preghiamo per Gaza, l’Ucraina e i cristiani perseguitati a Mossul”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Lug 2014 alle ore 1:18pm

Papa Francesco durante l’Angelus ha esortato tutti a pregare per l’Iraq, il Medio Oriente e l’Ucraina. Ha invocato “Il Dio della pace susciti in tutti un autentico desiderio di dialogo e di riconciliazione“.

Il Santo Padre ha poi chiesto ai fedeli di piazza San Pietro e a quelli da casa che seguivano la diretta televisiva, di “perseverare nella preghiera“.

Papa Francesco a poi fatto sapere di seguire “con preoccupazione le notizie che giungono dalle comunità cristiane a Mossul, in Iraq, e in altre parti del Medio Oriente“. Ricordando che in Iraq e in tutto il Medio Oriente le comunità cristiane “sin dall’inizio del cristianesimo, hanno vissuto con i loro concittadini offrendo un significativo contributo al bene della società“.

E sottolineando “I nostri fratelli – ha concluso il Papa – sono perseguitati, cacciati via, devono lasciare le loro case senza poter portare niente. Assicuro a queste famiglie e a queste persone la mia vicinanza e la mia costante preghiera“.

Carissimi fratelli e sorelle so quanto soffrite, siete spogliati di tutto, sono con voi nella fede e in colui che ha vinto il male” invitando tutti a ricordare queste persone nelle proprie preghiere.