Expo 2015, Vittorio Sgarbi nominato ambasciatore per ‘Belle Arti’

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 29 Lug 2014 alle ore 8:54am


Vittorio Sgarbi accoglie con immensa gioia l’invito da parte del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni e pertanto, presenterà molto presto, alcuni progetti in vista di Expo 2015.

Il professor Sgarbi in veste di ambasciatore per le ‘Belle arti‘ si occuperà di valorizzare il patrimonio artistico locale, ma anche di portare a Milano, durante il periodo di Expo, alcune opere dei più celebri maestri rinascimentali o post rinascimentali, ospitati alla Galleria degli Uffizi di Firenze, ed addirittura sogna di riuscire ad ospitare i Bronzi di Riace, affinché questi grandi tesori italiani possano essere ammirati da tutto il mondo, da milioni di visitatori che arriveranno per quell’occasione nel capoluogo lombardo, tra 1° maggio e il 31 ottobre 2015.

Sgarbi dopo la designazione sottolinea che “Milano è la più grande città d’arte del Nord Italia ed è la quarta città italiana dopo Firenze, Roma e Venezia per patrimonio artistico”.

Che “Il tempo stringe, e non dobbiamo inventarci nulla, perché dobbiamo solo valorizzare quello che già esiste a Milano e in Lombardia, quello che già c’è”, ha aggiunto Sgarbi.

Sgarbi si è poi concentrato sul capoluogo lombardo parlando di ampliamento della fruibilità, in termini di orari di visite, di alcuni luoghi simbolo della città, come ad esempio il Castello Sforzesco e il Cenacolo leonardiano, e di palazzi storici che custodiscono opere di immenso valore artistico, ma che purtroppo sono poco conosciute, come ad esempio Palazzo Bagatti Valsecchi, Palazzo Clerici e Palazzo Litta.