Sono almeno quattro i morti e oltre 20 i feriti, di cui cinque gravi, le vittime del violento acquazzone che si è abbattuto ieri sera verso le 23 sul Trevigiano.

Il violento temporale è caduto sui partecipanti di una festa indetta dalla Pro loco. Il fiume Lierza è esondato a Refrontolo e una valanga d’acqua ha investito il prato di fronte al Molinetto della Croda dove si teneva “la festa degli uomini”.

Una bomba d’acqua è venuta giù dalla collina travolgendo decine di auto e il tendone della festa. Qualcuno è riuscito a mettersi in salvo, ma almeno quattro non ce l’hanno fatta. Molti sono rimasti feriti, compiti anche da oggetti che volavano.

Le persone ferite sono state accompagnati negli ospedali di Vittorio Veneto e Conegliano. Mentre le operazioni di soccorso sono divenute difficili a causa dell’impraticabilità della zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.