Esposizione solare pericolosa per chi ha tatuaggi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Ago 2014 alle ore 11:14am

Il Prof. Marcello Monti, responsabile dell’Unità Operativa di Dermatologia dell’Istituto clinico di Rozzano, mette in guardia dai pericoli che corrono, specie d’estate, coloro che hanno deciso di farsi tatuare la pelle.

I più a rischio, secondo l’esperto, sarebbero i soggetti che possiedono tatuaggi, non solo molto grandi, ma anche realizzati con colori scuri, come il rosso, il nero ed il blu; tonalità capaci di assorbire maggiormente i raggi solari con il conseguente surriscaldamento della pelle fino a causare seri problemi dermatologici.

Come regola generale, raccomanda l’esperto, un tatuaggio dovrebbe essere sempre coperto da indumenti e mai esposto alla luce solare; perché alcuni colori reagiscono esageratamente alla luce contribuendo alla formazione di eczemi, vesciche o arrossamenti.

Inoltre, spesso, il tatuaggio può nascondere la comparsa di un colore anomalo della pelle, sintomo di melanoma.

Campanello d’allarme, secondo Monti, dovrebbe essere un cambiamento anche minimo della forma e del colore del tatuaggio, in presenza del quale è opportuno rivolgersi subito ad un dermatologo.