Jesolo: Frecce Tricolori senza acrobazie, in omaggio delle 4 vittime dei Tornado

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Ago 2014 alle ore 11:36am


Il sorvolo delle Frecce Tricolori è avvenuto senza acrobazie ma col rilascio del `mantello´ di fumo tricolore. E’ stato questo, il momento più intenso dell’Air Extreme di Jesolo, dopo la tragedia avvenuta alcuni giorni fa sui cieli di Ascoli Piceno, in cui hanno perso la vita 4 piloti dell’Aeronautica Militare.

Oltre 400mila le persone che ha assistito all’evento lungo i 10 km del litorale jesolano. L’Aeronautica Militare, in segno di lutto, già aveva annunciato, che non avrebbe partecipato all’esibizione, e così ha fatto. Vi hanno preso parte solo le pattuglie acrobatiche del settore civile e dei piloti privati.

Così, un ricordo speciale la città l’ha voluto dare al capitano Mariangela Valentini, che aveva partecipato all’edizione 2013 dell’Air Extreme.

Terminata l’esibizione, dal palco è stata data lettura di un messaggio da parte del capo di Stato maggiore dell’Aeronautica, il generale Pasquale Preziosa. «La pattuglia Acrobatica Nazionale rende doveroso omaggio ai nostri ragazzi, Alessandro, Giuseppe, Mariangela, Paolo Piero con l’abbraccio immenso del Tricolore. A bordo la commozione dei colleghi sarà la mia, la nostra, la vostra».

A questo punto, tutto il pubblico presente, ha rispettato un minuto di silenzio, prima del sorvolo delle Frecce Tricolori.