La Commissione Onu che si recò in Siria ad aprile, accusa oggi i jihadisti dell’Isis, e le forze governative siriane, di crimini contro l’umanità.

E l’Isis scrive, ancora l’Onu nel rapporto, rappresenta “un chiaro pericolo per i civili ed in particolare per le minoranze sotto il suo controllo” in Siria come in Iraq.

Bambini di appena 10 anni vengono reclutati dai miliziani dai jihadisti dell’Isis per essere addestrati. E in presenza loro e dell’intera popolazione, vengono eseguite regolarmente esecuzioni, amputazioni e flagellazioni ogni venerdi’.

I corpi delle persone vengono lasciati in mostra per giorni. E le donne vengono flagellate qualora non rispettano il codice d’abbigliamento dell’Isis.

Infine, si legge ancora nel testo delle Nazioni Unite alcuni “testimoni hanno visto elicotteri sganciare barili-bomba e hanno riconosciuto un odore simile a quello del cloro per usi domestici subito dopo il loro impatto“. Le vittime hanno riportato “sintomi compatibili con l’esposizione ad agenti chimici, come vomito, irritazione degli occhi e della pelle, problemi respiratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.