Burundi, massacrate durante una rapina tre missionarie italiane

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Set 2014 alle ore 9:33am

Due missionarie saveriane sono morte uccise in Burundi. La notizia, è stata riportata dal sito della Diocesi di Parma, e confermata dalla Farnesina.

Le vittime sono suor Lucia Pulici e suor Olga Raschietti dell’ordine delle Missionarie di Maria Saveriane, ma ci sarebbe anche una terza vittima, di cui non si conosce ancora il nome.

Olga Raschietti era originaria di Montecchio Maggiore, piccola località nel Vicentino, mentre Lucia Pulici era nata a Desio, in Brianza.

Olga Raschietti e Lucia Pulici sarebbero morte in “circostanze ancora oscure: sembra che il loro omicidio sia il tragico esito di una rapina da parte di uno squilibrato“.

Il vescovo ha espresso vicinanza alle famiglie come del resto ha fatto anche il ministro Federica Mogherini.

Successivamente si è appreso che le tre donne, prima di essere massacrate, sono state anche stuprate: lo ha riferito il vicedirettore generale della polizia, Godefroid Bizimana, che ha rivelato che la terza missionaria è stata aggredita dopo che aveva scoperto i cadaveri martoriati delle due sorelle – finendo così per essere decapitata.

L’orrore è avvenuto nel corso di una rapina per mano di uno squilibrato. Le due donne sarebbero state uccise nel pomeriggio di domenica, mentre la terza nella notte tra domenica e lunedì.