Le nuove assunzioni a tempo indeterminato potranno essere fatte, qualora passi il nuovo emendamento, con contratti a tutele crescenti in base all’anzianità di servizio.

E’ quanto contenuto nell’emendamento all’articolo 4 della delega sul mercato del lavoro presentato questa mattina al Senato del governo.

In sostanza coloro che avranno un contratto a tempo indeterminato, giovani o riassunti, non avranno immediatamente le stesse tutele garantite dagli attuali contratti stabili, ma le otterranno per gradi.

I termini della gradualità, al centro del dibattito tra minoranza Pd e centristi che sostengono il governo, saranno indicati nei decreti delegati che arriveranno da parte dell’esecutivo dopo l’ok del Parlamento.

L’emendamento sarà votato nella giornata di domani dopo il parere della commissione Bilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.