Crisi, paura povertà: 1 italiano su 3 mette soldi da parte per proteggersi dalle emergenze

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 20 Set 2014 alle ore 12:27pm


Il 33% degli italiani ha paura di diventare povero. Solo il 30% si sente di avere le spalle coperte dal sistema di welfare.

E’ quanto emerge da uno studio condotto dal Censis pubblicato nel “Diario della transizione”.

In una condizione economica come quella in cui viviamo, gli italiani pensano a proteggersi in caso sopravvenga una malattia, la perdita del lavoro o semplicemente una spesa improvvisa per sé e la famiglia.

Per questo, il 44% risparmia per far fronte ai rischi sociali, di salute o di lavoro, il 36% per sentirsi sicuro, il 28% per garantirsi una vecchiaia serena.

Ecco allora che in molti preferiscono tenere i soldi sotto il materasso, a disposizione. Il valore di contanti e depositi bancari è nettamente aumentato, secondo il Censis, di 234 miliardi di euro negli ultimi 7 anni.

E le consistenze passate dai 975 miliardi di euro del 2007 a 1.209 miliardi del 2014, con un incremento del 9,2%.