Un italiano su 4 usa farmaci senza rivolgersi al dottore

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 23 Set 2014 alle ore 11:45am


Un italiano su quattro evita di rivolgersi al dottore. Assume farmaci con obbligo di prescrizione senza consultare il proprio medico. Forse per presunzione, per paura o anche per problemi economici.

E’ quanto è emerso da un sondaggio condotto dal sito dottori.it e Demoskopea su un campione rappresentativo di persone di età compresa tra i 18 e i 65 anni.

I più utilizzati, sono i farmaci di automedicazione tra cui gli antidolorifici ma c’è anche chi assume psicofarmaci in totale autonomia.

Gli antidolorifici sono stati indicati dagli intervistati nel 55,1% dei casi. A seguire, ci sono gli antibiotici (37%) che se non necessari possono rivelarsi inutili e persino dannosi.

Poi è la volta degli antistaminici, utilizzati dal 28,8% del campione, degli antipiretici (20,3%), nonostante le loro controindicazioni che possono portare a fenomeni allergici o di sensibilizzazione al principio attivo.

Infine anche gli psicofarmaci nel 5,9% del campione risulta essere utilizzato senza chiedere un confronto medico. Percentuale che secondo l’indagine sale oltre il 10% se si vanno ad isolare le risposte degli intervistati di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

Dato sconcertante che emerge, è che un terzo di chi ha assunto farmaci con obbligo di ricetta senza il parere di un esperto, si ritiene poco imprudente (34,7%), contro il (29,7%) che invece ammette di esserlo abbastanza.

Percentuale questa che sale fino al 34% tra i laureati e al 37,5% tra i giovani fino a 24 anni.