Genova allerta maltempo, esondano i torrenti, un morto

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Ott 2014 alle ore 10:18am


Notte di paura a Genova. Una nuova alluvione nella tarda serata di ieri ha colpito la città, portando distruzione come nel novembre del 2011. Un uomo di 57 anni ha perso la vita.

La situazione più critica si è registrata a Marassi, dove sono esondati il torrente Bisagno e il rio Fereggiano. In via Canevari è stato rinvenuto il corpo senza vita di un uomo travolto dalla piena del Bisagno.

A Borgo Incrociati l’acqua ha raggiunto quasi i due metri di altezza, sommergendo abitazioni, negozi e cantine. Allagata anche la zona della stazione Brignole e parte del centro.

La Protezione civile con sirene e altoparlanti ha invitato la cittadinanza a rimanere in casa e a salire ai piani più alti.

Il comune ha disposto la chiusura delle scuole e delle università e ha vietato l’uso di auto e moto nei quartieri di Marassi, Quezzi, San Fruttuoso, Brignole, via XX Settembre e Foce.

Dopo il Bisagno e il Fereggiano anche il torrente Sturla è esondato causando molti danni.

Molti quartieri sono rimasti al buio per tutta la notte. Altro torrente esondato è il Scrivia. Ha travolto una decina di auto.

Tre persone sono rimaste intrappolate nella loro auto ma per fortuna sono state messe in salvo dai sommozzatori dei vigili del fuoco.