In Senato sono state portate le proposte dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione clinica – ADI, per la campagna nazionale Obesity Day 2014 con il motto “Facciamo insieme il primo passo”, giornata di sensibilizzazione che l’ADI promuove ogni 10 ottobre di ogni anno, allo scopo di orientare e spostare in modo corretto l’attenzione dell’opinione pubblica, di chi opera nel settore sanitario, e dei media, da una visione estetica dell’obesità ad una prettamente salutistica.

In Italia, le persone in sovrappeso o obese arrivano a toccare quasi la metà della popolazione adulta. E negli ultimi anni vi rientrano anche i bambini, considerati, in sovrappeso e potenziali candidati a sviluppare malattie croniche come l’ipertensione e il diabete.

Il Ministero della Salute ha condotto un’indagine attraverso il progetto Okkio alla Salute, scoprendo che degli oltre quarantaseimila bambini coinvolti nell’indagine, il 22,2% è in sovrappeso e più del 10% è obeso: con percentuali più alte nelle regioni del centro-sud.

L’Italia è tra le nazioni più esposte ai rischi correlati all’obesità.

Quest’anno all’iniziativa promossa da ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, aderiranno 200 centri di dietologia allo scopo di fornire consulenze gratuite; effettuare azioni informative ed educative; distribuire materiali scientifico; somministrare questionari che, una volta elaborati, consentiranno di avere una mappatura precisa di come la popolazione affronta il problema sovrappeso-obesità.

Collegandosi al sito www.obesityday.org è possibile individuare i centri più vicini e compilare online i questionari.

Oltre ai centri ADI aderiscono all’OBESITY DAY anche numerose Farmacie che distribuiranno materiale divulgativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.