Lombardia: 13 ordinanze di custodia cautelare contro infiltrazioni ‘ndrangheta in opere Expo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Ott 2014 alle ore 10:13am


Questa mattina, nelle province di Milano, Como, Monza-Brianza, Vibo Valentia e Reggio Calabria, è partita una maxi operazione dei Ros con l’emissione di ordinanze di custodia cautelare, su richiesta della procura distrettuale antimafia di Milano, nei confronti di 13 indagati per associazione di tipo mafioso, detenzione e porto abusivo di armi, intestazione fittizia di beni, reimpiego di denaro sporco, abuso d’ufficio, favoreggiamento, minacce e danneggiamento con incendio.

Al centro delle indagini due sodalizi della ‘ndrangheta radicati nel comasco, con infiltrazioni nel tessuto economico lombardo.

Durante le indagini condotte dai militari è emerso che le cosche speculavano nei subappalti di grandi opere legate all’Expo 2015.

Particolari che saranno dettagliati nel corso di una conferenza stampa, che si terrà alle ore 11, presso la procura della Repubblica di Milano (palazzo di giustizia, quarto piano).