Lunedì sciopero nazionale degli infermieri, poi toccherà ai medici

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Nov 2014 alle ore 12:24pm

A partire da domani ci saranno un paio degli scioperi nel comparto sanitario, a causa di continui tagli economici, della penuria di personale e dei problemi a cui sono sottoposti quotidianamente tanti malati.

In un quadro di malcontento e di esasperazione generale, partirà, infatti, domani lunedì 3 novembre la protesta degli infermieri.

Poi toccherà ai medici dei sindacati che scenderanno in piazza sabato 8 lasciando scoperti ambulatori ed ospedali.

Saranno CGIL, CISL e UIL a guidare lo sciopero dei medici che chiederanno tra le altre cose la “riorganizzare e il miglioramento del Servizio sanitario Nazionale, al fine di scongiurare ulteriori insostenibili tagli”.

Si ricorda che dal 2009 gli infermieri italiani aspettano un cambiamento nel loro stipendio, un aiuto affinché possano svolgere il loro lavoro al meglio.

In queste giornate di sciopero potrebbero, dunque, essere a rischio molte attività mediche ed alcuni interventi chirurgici.