Oggi sciopero generale, dalla scuola ai trasporti l’Italia si ferma

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Dic 2014 alle ore 9:19am


Dalla scuola ai trasporti, dalla sanità agli uffici pubblici lo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil per oggi 12 dicembre, durerà otto ore e riguarderà tutti i settori.

Cinquantaquattro sono le manifestazioni indette in tutta Italia: 10 regionali, 5 interprovinciali e 39 le territoriali.

A Roma, partirà da piazza dell’Esquilino per arrivare a piazza Santi Apostoli. Vi prenderà parte anche il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo; al corteo che, invece, si snoderà a Torino, da piazza Vittorio a piazza San Carlo, vi parteciperà il leader della Cgil, Susanna Camusso.

Aderiranno allo sciopero lavoratori pubblici e privati. L’astensione al lavoro è prevista per l’intera giornata lavorativa.

TRENI. Nel trasporto ferroviario lo stop partirà dalle ore 9 per poi concludersi alle ore 16 per il personale viaggiante e addetto alla circolazione; mentre il personale addetto alle attività di ristorazione e pulizia, quello delle imprese ferroviarie merci private lo sciopero è invece di 8 ore. Si concluderà infatti alle ore 17.

BUS, METRO E TRAM. Nel trasporto pubblico locale, le fasce orarie varieranno da città a città, nel rispetto delle fasce di garanzia.

AEREI. Nel trasporto aereo lo sciopero sarà dalle ore 10 alle ore 18, per il personale navigante delle compagnie e gli addetti alle attività operative degli aeroporti, compresi i controllori di volo.

AUTOSTRADE E PORTI. Nelle autostrade si fermeranno 8 ore, il personale dei caselli, gli addetti alla manutenzione e viabilità. Stop di otto ore anche per le attività portuali.

Blocco anche anche per il trasporto merci su strada. Fermi tutti gli autotrasportatori, gli addetti alla logistica ed i corrieri; e personale del soccorso stradale e autonoleggio.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Scioperano l’intera giornata coloro che offrono servizi 24 ore su 24, come la sanità (che si è organizzata su tre turni). Scioperano per un turno di lavoro coloro che sono impegnati nel front office.

SCUOLA. Sia per il personale docente/educativo, che per dirigenti scolastici e presidi incaricati lo sciopero riguarderà tutta la giornata di lavoro.

POSTE E TELECOMUNICAZIONI. Sono esentati dallo sciopero i lavoratori poligrafici. Le modalità di svolgimento dello sciopero prevedono l’estensione dalle ore 00.00 alle ore 24.00.