Tumore al polmone, ideato a Napoli un innovativo kit per la diagnosi precoce

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 15 Gen 2015 alle ore 10:29am


Grazie ad un innovativo kit è possibile ora diagnosticare preventivamente un tumore ai polmoni. Tale dispositivo riesce ad eseguire un esame del sangue che può rivelare in netto anticipo una eventuale variazione dei valori di una proteina, la H-Prune.

Valori che indicherebbero che il paziente ha contratto tale neoplasia ai polmoni. Il nuovo Kit è stato scoperto in Italia dai ricercatori dal Ceinge, Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologie Avanzate, di Napoli.

Massimo Zollo, direttore del team di ricerca ha così commentato tale scoperta: “È la prima volta che questo meccanismo di azione viene identificato come generato dalla proteina h-Prune, ma ancora più importante è aver scoperto che possiamo rilevare questo marcatore nel sangue dei pazienti affetti negli stadi precoci di malattia (stadio 1 e 2) in modo da poter usare questa scoperta ai fini diagnostici per una diagnosi precoce del carcinonoma polmonare”.

Lo studio in questione è stato pubblicato sul giornale scientifico Oncotarget.

Ricordiamo che il cancro ai polmoni colpisce in Italia 34 mila persone l’anno e, a morire sono oltre 22 mila pazienti ogni semestre.

Ma grazie ad una diagnosi precoce è possibile curare adeguatamente la neoplasia.