Papa Francesco chiede al confessore di Aldo Moro di deporre lunedì

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Mar 2015 alle ore 10:41am


Papa Francesco ha accolto la richiesta del presidente della commissione d’indagine sul sequestro e l’uccisione di Aldo Moro, Giuseppe Fioroni, decidendo, così, di far testimoniare l’arcivescovo Antonio Mennini.

Il nunzio apostolico nel Regno Unito si presenterà, lunedì 9 marzo a Roma, a palazzo San Macuto.

A darne notizia è il Corriere della Sera. Monsignor Mennini secondo quanto raccontato dall’ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga, sarebbe stato il confessore di Aldo Moro nei 55 giorni della sua prigionia (avvenuta 37 anni fa) e la persona che gli avrebbe impartito l’estrema unzione, prima della sua uccisione, da parte delle Brigate rosse.

Il nunzio apostolico, all’epoca giovane vice parroco di Santa Chiara in piazza dei Giochi Delfici, avrebbe fatto da tramite tra i terroristi e la Santa Sede per cercare di salvare Moro.

Per la prima volta, in assoluto, potrebbe contribuire a fare chiarezza su una triste pagina della nostra storia.

Monsignor Mennini non ha mai deposto. Subito dopo la tragica conclusione del sequestro, Mennini fu destinato alla carriera diplomatica, all’estero.

Poi a gennaio, Mennini è stato chiamato dalla Santa Sede, a nome di Francesco, per rendersi disponibile a deporre.