Si celebra oggi, domenica 15 marzo, in oltre 60 città italiane, la giornata del fiocchetto lilla, alla sua quarta edizione, per combattere insieme i disturbi del comportamento alimentare.

I neuropsichiatri dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno lanciato un allarme sui disturbi alimentari che toccano sempre più le fasce più giovani.

Anoressia, bulimia, alimentazione incontrollata, binge eating desorder: rappresentano il 40% dei disturbi del comportamento alimentare, che colpisce in Italia sono 3 milioni.

I disturbi alimentari si manifestano tra i 15 e i 19 anni, ma negli ultimi tempi anche prima, tra gli 8 e i 12 anni.

Più colpite le ragazze, perché per seguire mode e modelli si sottopongono a regimi alimentari errati.

Fenomeno questo che coinvolge anche gli uomini: si conta 1 maschio su 9 ragazze.

Secondo l’OMS le patologie più diffuse tra i disturbi del comportamento alimentare sono l’anoressia e la bulimia che rappresentano tra gli adolescenti la seconda causa di morte dopo gli incidenti stradali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.