Giornata Mondiale della salute, dall’Oms le linee guida per la nostra alimentazione

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Apr 2015 alle ore 11:40am


Il 7 aprile si celebra la Giornata mondiale della salute. Istituita nel 1950 dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), coincide con la data della fondazione dell’Oms, avvenuta il 7 aprile 1948.

La celebrazione di quest’anno vede come tema principale la sicurezza alimentare, food safety, ovvero il cibo pulito e sano che non causa rischi per la nostra salute.

Lo slogan di oggi è “Dal campo alla tavola, rendiamo il cibo sicuro”.

Le malattie e i disturbi di origine alimentare rappresentano infatti serie minacce per il mondo intero, e causa di decesso ogni anno per circa due milioni di persone.

Da inquinamento atmosferico a pesticidi sono nocivi per la nostra salute e causa di diarrea ma anche di cancro, e altre malattie.

L’Oms, per questo motivo, sta realizzando una serie di test su malattie di natura alimentare. I risultati della ricerca saranno diffusi ad 2015.

L’obiettivo della giornata di oggi, è appunto quello di di far luce su un importante problema legato alla salute pubblica, invitando tutti i produttori, le istituzioni e l’opinione pubblica a promuovere azioni che mirate alla salvaguardia e sicurezza degli alimenti.

Prestando attenzione anche alla corretta preparazione dei cibi e all’attenta lettura delle etichette al momento dell’acquisto.

Di seguito le linee guida stilate dall’Oms:

IGIENE

– lavarsi sempre le mani ogni volta che si deve cucinare e dopo che si è stati in bagno
– tenere puliti gli utensili da cucina e i piani di lavoro che entrano in contatto con gli alimenti
– lavare periodicamente il frigorifero con acqua e detergente
– cambiare spesso tovaglioli e strofinacci
– lavare con cura frutta e verdura soprattutto se consumate crude

SEPARARE E PROTEGGERE

– usare piani di lavoro e utensili diversi a seconda che i cibi sia cotti o crudi
– nel conservare gli alimenti, evitare il contatto tra cibi cotti e crudi, usando contenitori separati
– riporre nel ripiano più basso del frigo gli alimenti che potrebbero gocciolare

CUOCERE A GIUSTE TEMPERATURE

– portare a cottura completa gli alimenti, soprattutto il pollame, la carne rossa, il pesce, le uova e il latte crudo non pastorizzato
– cuocere a temperature superiori ai 70°C i cibi, soprattutto se stufati, carni trite, rollè, carni di grossa pezzatura e pollame intero. Controllare che il colore della carne sia chiaro e non rosso/rosato, non solo in superficie ma anche all’interno del prodotto.

CONSERVARE ALLA GIUSTA TEMPERATURA

– non lasciar le pietanze cotte a temperatura ambiente ma consentire un raffreddamento rapido per poi riporle in frigo
– non scongelare i prodotti a temperatura ambiente ma farli scongelare in frigorifero
– riscaldare sempre ad alte temperature i cibi cotti prima del consumo.

USARE SOLO MATERIE PRIME SICURE

– Usare acqua sicura o trattata
– Scegliere cibi freschi e sani
– Preferire alimenti che abbiano subito trattamenti sicuri (ad esempio il latte pastorizzato)
– Lavare sempre frutta e ortaggi, specialmente se da consumare crudi
– Non utilizzare alimenti la cui data di scadenza è superata.