Milano, Palazzo di Giustizia: imputato spara in aula, morti e feriti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Apr 2015 alle ore 1:04pm


Nel Palazzo di Giustizia di Milano, poche ore fa, è avvenuta una sparatoria. Ci sarebbero almeno tre vittime e due feriti.

A sparare sarebbe stato Claudio Giardiello, imputato nel corso di un processo per bancarotta, riuscito a scappare in moto, dopo aver sparato i presenti e arrestato poco dopo a Vimercate.

Evacuato il Palazzo di Giustizia. Molte persone che si trovavano lì in quel momento sono fuggite dopo l’intervento delle forze dell’ordine.

Centinaia di persone si sono riversate sulla strada davanti alle uscite del tribunale.

Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e numerosi poliziotti e diversi carabinieri con armi in pugno.

Tra le vittime, il giudice della sezione fallimentare Fernando Ciampi, e l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani.

Un’altra persona è in condizioni disperate, portata in ospedale, lotta tra la vita e la morte .

Una terza persona è stata trovata morte sulle scale. Non si sa ancora se si sia trattato di un infarto.

Tra i feriti ci sarebbero anche Giorgio Erba e Davide Limongelli, zio e nipote, coimputati di Claudio Giardiello, e Stefano Verna, dottore commercialista dello studio Verna, presente nell’aula come testimone.