Nel Duomo di Milano questo pomeriggio, sono avvenuti i funerali di Stato del giudice Fernando Ciampi e dell’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani, uccisi giovedì mattina, 9 aprile in tribunale da Claudio Giardiello, imputato per bancarotta fraudolenta.

Le bare accolte in Duomo da fragorosi applausi. Sopra di esse le toghe che il magistrato e il legale indossavano durante la loro attività nelle aule di giustizia.

I familiari delle vittime, dopo aver incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella cripta del Duomo, sono andati verso il portone principale per accogliere i feretri e accompagnarli fino all’altare, dove si è tenuta la celebrazione funebre presieduta dall’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola che durante l’omelia ha sottolineato che “La tragedia consumata in tribunale ci appare come una tremenda espressione di un male inaccettabile che ci lascia ancor più sconcertati perché si è consumata in un luogo emblematico, un pilastro costitutivo della vita civile del Paese”, chiedendo «Una giusta pena espiatoria per Claudio Giardiello».

Oltre al presidente della repubblica presenti anche i presidenti di Camera e Senato, Pietro Grasso e Laura Boldrini.

In rappresentanza del governo anche il ministro della Giustizia, Andrea Orlando.

Presenti anche il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, e il procuratore capo, Edmondo Bruti Liberati.

Nutrita anche la rappresentanza di parlamentari e delle istituzioni locali: oltre al presidente della Regione, Roberto Maroni, e al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, presenti anche assessori e consiglieri.

Alla cerimonia funebre anche Stefano Verna, il commercialista ferito dall’autore della strage, Claudio Giardiello.

Le bare hanno fatto ingresso nella cattedrale scortate da carabinieri in alta uniforme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.