Bimba morta di tumore al cervello ibernata a -196°

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Apr 2015 alle ore 9:04am


Bimba di 3 anni, morta dopo che le è stato diagnosticato un tumore al cervello, è stata ibernata, per volere dei genitori con la speranza che un giorno possano arrivare nuove cure che permettano alla bambina di poter tornare di nuovo in vita.

Il suo nome è Matheryn Naovaratpong è thailandese ed è morta a Gennaio di questo anno.

E’ la bambina più giovane ibernata prima, la 134esima persona al mondo ad essersi sottoposta ad un simile trattamento.

La piccola era affetta da un grave tumore al cervello e dopo molteplici tentativi, da parte dei genitori per curarla, era morta.

A poche settimane di vita senza avere più alcuna speranza, la madre e il padre hanno deciso di “ibernare” il cervello ed il corpo della loro figlioletta.

Dopo un viaggio dalla Thailandia che li ha condotti a Los Angeles, la bimba è stata trasportata in Arizona dove si trova tutt’ora ad una temperatura al di sotto dei -196° C.

Operazione che è costata oltre 200 mila dollari.