Settant’anni dalla liberazione d’Italia: l’omaggio del presidente Mattarella all’Altare della Patria e alle Fosse Ardeatine

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Apr 2015 alle ore 11:18am


Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dalla figlia Laura, si è recato questa mattina all’Altare della Patria per deporre una corona d’alloro per la celebrazione del 70/o anniversario della Liberazione d’Italia.

Con il capo dello Stato, anche il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il presidente del Senato, Pietro Grasso, il ministro della Difesa, Pinotti, il sindaco di Roma Ignazio Marino, il vicepresidente della Camera, Giachetti.

Mattaerella deporrà poi, anche una corona d’alloro al Mausoleo delle Fosse Ardeatine. Il corteo dell’Anpi è partito invece alle 10.30 da Porta San Paolo.

Impegnati nella celebrazione odierna anche la presidente della Camera Laura Boldrini a Reggio Emilia, a Casa Cervi, insieme al presidente del parlamento europeo, Martin Schulz.

La democrazia del nostro Paese è figlia della Resistenza, della guerra di liberazione, cioè della Costituzione“, ha invece sottolineato la leader della Cgil Susanna Camusso.

Il leader della Lega invece ha fatto sapere che resterà a casa con i suoi figli per protestare contro “l’occupazione rossa di una festa che dovrebbe riguardare tutti” in quanto “la Resistenza non fu solo rossa ma fu bianca, fu liberale, fu democratica, e ci furono tanti parroci fatti fuori dai comunisti”.

Il presidente della repubblica assisterà anche a Milano alla cerimonia del 25 aprile.

Tante le celebrazioni che si terranno in tutta Italia.