In arrivo il cerotto contro il morbillo, al posto del vaccino

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Mag 2015 alle ore 8:15am

Tra qualche anno arriverà in ambito sanitario, un innovativo cerotto con circa 100 microscopici, ovvero aghi in polimero, zucchero e vaccino capaci di proteggere il morbillo, e non solo.

Questo è quanto assicurano gli scienziati. I ricercatori del Georgia Institute of Technology e i Cdc di Atlanta lo hanno ideato per rendere più semplice la vaccinazione contro questa e altre malattie associabili al vaccino.

Il cerotto può essere usato da personale con minima formazione ed essere conservato, distribuito e smaltito in modo semplice rispetto ai vaccini convenzionali.

E’ appena un centimetro quadrato e basta applicarlo con una semplice pressione di un pollice.

Una volta attaccato, i microaghi fanno pressione sullo strato superficiale della pelle dissolvendosi nel giro di alcuni minuti rilasciando così il vaccino.

Dopo di che il cerotto può anche essere tolto e buttato.

Gli aghi si dissolvono, non servono speciali smaltimenti, e si riduce anche il rischio di punture accidentali.

La sua produzione dovrebbe avvenire con gli stessi costi dei vaccini tradizionali. Finora il cerotto-vaccino è stato testato con successo e senza effetti collaterali sulle scimmie.

La sperimentazione sugli uomini partirà dal 2017.

Secondo gli esperti il cerotto in questione potrebbe essere usato anche per polio, influenza, rosolia, tbc e influenza.