Dopo la sentenza della Consulta che ha bocciato il provvedimento del governo Monti sul blocco degli adeguamenti pensionistici, il governo cerca ora i fondi necessari per coprire i rimborsi e il buco presente nelle casse dell’Inps che potrebbe arrivare anche a 19 miliardi di euro.

Il Ministro Padoan ha assicurato infatti che in settimana il governo varerà un decreto ad hoc, e probabilmente i rimborsi degli arretrati saranno parziali e per fascia di reddito.

Il principio che ci sta guidando nel determinare un metodo che permetta di restituire una parte dell’indicizzazione si basa su un criterio di gradualità. Quindi tenendo conto delle fasce di reddito sia in termini di arretrati sia di trattamenti futuri. Ma allo stesso tempo occorre mantenere sostanzialmente intatta la struttura del Def”.

Queste le parole del ministro. Ma non è solo l’Italia ad attendere il decreto, c’è anche Europa.

Il rischio è che il nostro paese non possa soddisfare i parametri di finanza pubblica, primo dei quali il rapporto deficit-pil a 3%.

Infatti lo stesso Padoan ha rassicurato l’Europa dicendo che: “L’’Italia rispetterà il programma finanziario indicato nel Def, a cominciare dal deficit, che nel 2015 sarà al 2,6% come indicato nel quadro programmatico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.