La Squadra Mobile di Roma ha eseguito 5 misure cautelari, un arresto domiciliare e 4 divieti di dimora, nei confronti del responsabile di una casa famiglia poco distante da Roma e dei suoi collaboratori.

I fatti sarebbero avvenuti all’interno della struttura “Il monello mare” di Santa Marinella, chiusa e posta sotto sequestro, nei confronti di alcuni ospiti minorenni.

L’accusa è di maltrattamenti aggravati, violenza sessuale aggravata e lesioni aggravate.

L’inchiesta è stata coordinata dalla Procura di Civitavecchia e svolta dalla Squadra mobile della capitale.

Le operazioni sono scattate questa mattina all’alba portando alla chiusura e al sequestro della casa famiglia.

Ancora sotto shock le giovanissime vittime degli abusi sessuali e dei maltrattamenti, saranno sottoposti a psicoterapia per lenire la violenza psicofisica subita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.