La squadra del Milan congelata per prevenire infortuni

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Mag 2015 alle ore 10:08am


Per prevenire spiacevoli infortuni la squadra del Milan ha deciso di puntare sul super freddo, su trattamenti di crioterapia sistemica a temperatura tra -110 e -160 gradi centigradi.

A Milanello è stata installata dalla ditta Sapio Life la prima criocamera mobile. Dove entrando in una stanza a bassissime temperature, per pochi minuti, i calciatori possono sottoporsi ad un trattamento di prevenzione e cura degli infortuni.

Il Milan è la prima squadra in italiana a sperimentare tale terapia, capace di curare lesioni muscolari, contratture, strappi o contusioni, sindromi dolorose da affaticamento o miofasciali, tendinopatie acute o da sovraccarico, lesioni a capsule, ecc.

Nella criocamera mobile viene eseguita una ‘Whole Body Cryotherapy’ durante la quale il corpo è completamente esposto al freddo e i benefici sono superiori a quelli che si ottengono con trattamenti più tradizionali.

La criocamera mobile è composta da due stanze. Nella prima, i calciatori entrano e vi restano per circa 30 secondi a una temperatura di -60 gradi centigradi, nella seconda vi sostano per 1-2 minuti a una temperatura tra -110 e -160 gradi centigradi.

Il freddo a cui il corpo è sottoposto è capace di stimolare la circolazione sanguigna, il sistema endocrino, il sistema immunitario e nervoso, generando un’azione benefica per tutto l’organismo.