Usa: sicurezza a rischio negli aeroporti americani, il 95% dei test non andato a buon fine

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Giu 2015 alle ore 6:00am

aeroporti usa
Sicurezza a rischio negli aeroporti americani. Il 95% dei test ai varchi di ingresso, effettuati da personale sotto copertura del ministero per la Sicurezza Interna (Homeland Security) è fallito.

Il ministro Jeh Johnson ha ordinato pertanto di rafforzare le misure di sicurezza.

Dal controllo gli agenti, dipendenti della Transportation Security Administrati non hanno individuato armi vietate in 67 casi su 70 in decine di aeroporti, a riferirlo la rete Abc, citando funzionari a conoscenza del rapporto interno della Homeland Security.

In uno dei test un agente sotto copertura è stato fermato mentre tentata di spegnere un allarme, ma l’ispettore che lo ha perquisito non è stato in grado di scoprire l’esplosivo, falso, che l’uomo aveva legato con del nastro adesivo sulla schiena, lasciando passare l’uomo permettendogli di salire a bordo.

Il ministro della Homeland Security Johnson ha deciso di rimuovere il capo a interim della Transportation Security Administration, Melvin Carraway, che sarà riassegnato ad altro incarico.

Il suo posto è stato affidato all’attuale numero 2 della Tsa, Mark Hatfield, fino a quando non sarà nominato un nuovo responsabile.

Perché il presidente Barack Obama ha nominato l’ammiraglio della Guardia Costiera Pete Neffenger a capo della Tsa ma il Senato deve ancora ratificargli la nomina.