maroni e immigrazione
Il governatore della Lombardia, Roberto Maroni è stato chiaro: “Ai sindaci che dovessero accogliere nuovi clandestini ridurremo i trasferimenti regionali”.

Ed è subito esplosa la polemica. Per il ministero dell’Interno, Angelino Alfano si tratta di un “Intervento illegittimo”.

Per il presidente del Piemonte, Chiamparino una “Strumentalità politica, avvertitelo che la campagna elettorale è finita”.

Per il sindaco di Torino, Fassino una “Minaccia inaccettabile“.

Infine per il presidente del consiglio Renzi pura “Demagogia“.

Ma Maroni intanto ha fatto il suo avvertimento a mezzo missiva indirizzata a prefetti e sindaci, invitando i primi dall’astenersi dal portare “nuovi clandestini” in Lombardia e i secondi di “rifiutarsi di prenderli”: “Ai sindaci che dovessero accoglierli ridurremo i trasferimenti regionali come disincentivo alla gestione delle risorse”, “chi lo fa violando la legge, violando le disposizioni che io ho dato, subirà questa conseguenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.