Migranti, l’Ue accelera i rimpatri per “Favorire il rientro degli illegali nel loro paesi di origine”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Giu 2015 alle ore 1:00pm

migranti
L’Unione Europea ha deciso di accelera sui rimpatri dei migranti per motivi economici secondo una che contiene linee guida, stilata in occasione del vertice dei leader europei, previsto per il prossimo 25 e 26 giugno.

Nel testo ci si concentra sulla “mobilitazione di tutti gli strumenti per promuovere le riammissioni dei migranti illegali nei loro Paesi di origine e di transito”.

E continuando “il rafforzamento del ruolo dell’agenzia per il controllo delle frontiere Frontex; una velocizzazione dei negoziati con i Paesi Terzi (non solo quelli in prima linea); lo sviluppo di regole nel quadro della convenzione di cooperazione di Cotonou; il monitoraggio dell’attuazione degli Stati membri della direttiva sui rientri”.

Ed infine “assistenza per l’attuazione di accordi di riammissione, in particolar modo per lo sviluppo degli strumenti necessari al rafforzamento dei programmi dei rientri volontari e di aiuto per la nascita di posti di lavoro nei Paesi di origine”.

Sull’argomento la Commissione europea ha preparato un documento che sarà presentato al consiglio Affari interni nella giornata di martedì a Lussemburgo.

Nella bozza è stato lasciato spazio vuoto nel capitolo dei ricollocamenti intra-Ue da Italia e Grecia, in attesa “della discussione che si terrà al consiglio Affari interni” nei prossimi giorni.

Infine, al quarto punto del documento un dossier sulla rinegoziazione della posizione della Gran Bretagna nell’Unione europea.