osteoporosi dieta
Lo sapete che esiste una dieta per prevenire e combattere l’osteoporosi?

Ebbene sì, è una dieta ricca di calcio e vitamina D fondamentale per favorire il raggiungimento e il mantenimento del picco di massa ossea.

Ma a parte questa, è importante:

– ridurre il consumo di dolci e bevande alcoliche,
– osservare una dieta povera di sale,
– smettere di fumare,
– evitare il consumo di troppe proteine e fibre.

La nostra dieta è spesso povera di calcio (in media con la dieta mediterranea ne apportiamo soltanto 700-800 mg/die).

Questa carenza predispone molte persone e soprattutto le donne in periodo postmenopausale, a soffrire di osteoporosi.

Ecco allora che il fabbisogno giornaliero di calcio per l’adulto, deve essere intorno agli 800-1000 mg.

La tabella qui sotto riporta i livelli di assunzione giornaliera raccomandati in base alle diverse età:

Età – Peso – Calcio (mg)

Maschi 11/14 – 35/53 – 1200
15/17 – 55/66 – 1200
18/29 – 65 – 1000
30/59 – 65 – 800
60+ – 65 – 1000

Femmine 11/14 35/51 – 1200
15/17 52/55 – 1200
18/29 56 – 1000
30/49 56 – 800
50+ 56 – 1200/1500

Gestanti 1200
Nutrici 1200

Un eccesso di calcio nella nostra alimentazione non è facile da realizzare con la sola alimentazione. Ma se dovesse accadere, di superare i valori consigliati la cosa sarebbe del tutto innocua, salvo rare eccezioni.

La controindicazione che troppo calcio possa favorire l’insorgenza di calcoli renali si è dimostrata del tutto infondata.

Un valido aiuto potrebbe arrivare anche dalle acque mediominerali e le quelle potabili ad alto contenuto in calcio: in commercio troviamo la Ferrarelle, la Sangemini, la Uliveto, la Fabia e la San Pellegrino.

E tra i formaggi c’è davvero una vasta scelta, a lunga stagionatura, medi e freschi: Parmigiano, Grana, Gorgonzola, Provolone, Bel Paese, mozzarella, formaggino, ricotta di pecora, per citarne alcuni.

Bastano infatti, almeno 37 g di Parmigiano o 82 g di gorgonzola per introdurre 500 mg di calcio, la metà della razione giornaliera raccomandata.

Per prevenire l’osteoporosi una buona percentuale di calcio può essere assunta anche attraverso di alimenti vegetali come: sesamo, noci, mandorle, cavoli e legumi. E altri come latte, pasta, carne e uova.

Insomma c’è veramente l’imbarazzo della scelta. Per essere sicuri, se non si vuole sbagliare chiedere allo specialista che vi segue o a un dietologo.

Un’ultima raccomandazione. Esporsi appena si può al sole. Il sole produce in pochi minuti un grande quantitativo di vitamina D, efficace per le nostre ossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.