Scuola, governo promette 100 mila assunzioni, se passa oggi la fiducia sul Ddl

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Giu 2015 alle ore 7:30am

riforma scuola
Il governo promette centomila assunzioni se passa il ddl oggi.

Previste entro agosto, con presidi che saranno valutati ma senza incarichi a tempo, docenti valutati anche da un membro esterno, assunzione a partire da settembre per gli idonei al concorso 2012 e concorso per tutti gli altri.

Sono queste, solo alcune delle novità del maxi emendamento presentato in commissione Istruzione al Senato dai relatori Francesca Puglisi del Pd e Franco Conte di Ap.

I dirigenti scolastici saranno giudicati in base al miglioramento formativo e scolastico degli studenti, direzione unitaria della scuola, competenze gestionali e organizzative, valorizzazione dei meriti del personale.

Per la cui valutazione, per il triennio 2016-2018, saranno affidati incarichi ispettivi a tecnici del ministero dell’Istruzione.

E all’interno del comitato di valutazione dei professori i docenti dell’istituto salgono a quattro. Resta confermata la presenza di due genitori e uno studente, ma se ne aggiunge un componente esterno individuato scelto dall’Ufficio scolastico regionale.

E faranno parte del Comitato anche tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio di istituto; due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo di istruzione, scelti dal consiglio di istituto; infine, un componente esterna individuata dall’Ufficio scolastico regionale tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici.