punture zanzare
E’ impossibile sfuggire alle zanzare, non ci sono rimedi che tengano.

Ne sono convinti i ricercatori del California Institute of Technology che hanno condotto uno studio pubblicato poi su ‘Current Biology’.

Il segreto? Una triplice strategia di azione. Grazie a dei segnali che captano di natura visiva, olfattiva e termica.

Per scoprire quest’ultima arma gli scienziati si sono serviti di un tunnel del vento, di un telecamera e di un software in 3D.

Facendo entrare un gruppo di zanzare femmina in cerca di cibo in un tunnel tracciandone così il loro comportamento.

Ebbene, secondo tale studio questi insetti sarebbero attratti dall’anidride carbonica prodotta dal nostro respiro, che riescono a captare anche ad una distanza di 50 metri.

E grazie alla loro potente ‘vista’ a rilevare la presenza umana anche una distanza tra i 5/15 metri.

Infine riuscirebbero a sentire il calore del suo corpo anche a meno di un metro.

Pertanto, a dire degli esperti, sarebbe del tutto inutile munirsi di candele alla citronella e altri repellenti. Meglio arrendersi e dopo punti pensare a lenire le loro punture con pomate adatte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.