Notte di San Lorenzo, occhi al cielo per vedere le stelle cadenti

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Ago 2015 alle ore 12:33pm

notte di san lorenzo
Lunedì 10 agosto torna il consueto appuntamento con la notte di San Lorenzo. La notte più affascinante dell’estate, quella delle stelle cadenti e dei desideri da esprimere.

Ma le stelle cadenti, dette anche Perseidi, minuscoli granelli spaziali che stazionano nell’Universo e che quando incontrano l’atmosfera si incendiano, provocando una scia luminosa, sono già visibili dalla fine di luglio, e la loro caduta continua fino al prossimo 20 agosto, anche se la data simbolica, resta pur sempre il 10 agosto, in concomitanza con la festività di San Lorenzo.

Il picco anche quest’anno è tra mercoledì notte 12 agosto e giovedì 13 agosto, anche grazie all’assenza della luna. Saranno più visibili.

Allora, da che parte sarò meglio guardare?

Le “stelle cadenti” potranno essere ammirate su tutto il cielo, ma provenendo dalla costellazione di Perseo, posizionata sotto Cassiopea (costellazione a forma di W rovesciata), sarà opportuno puntare lo sguardo verso Nordest.

Le ore migliori per osservarle quelle più vicine all’alba.

Quante se ne vedranno?

I più fortunati – assicurano gli astrologi – potranno anche osservarne 50/80, o anche di più. L’importante è trovarsi un bel posticino all’aperto, al buio, lontano dalle luci della città, sdraiarsi e portare il naso all’insù, e appena se ne vedrà una esprimere subito un desiderio.

E per coloro che sono alla ricerca di un appuntamento più approfondito e vogliono osservarle con il telescopio possono sempre fare una ricerca in rete e vedere dove recarsi. Lo spettacolo è assicurato!

Anche perché, questo meraviglioso accadimento, che si ripete ogni anno, ha ispirato nei secoli numerose produzioni artistico-culturali e scientifiche rendendo la notte di San Lorenzo un occasione unica e rara, per trovarsi, pensare e sognare insieme.