E’ stato eseguito per la prima volta in Italia, un doppio trapianto, di fegato e di cellule staminali ematopoietiche, su un bambino venezuelano di otto anni affetto dalla sindrome di Iper-Ig M, una rara e grave forma di immunodeficienza.

L’operazione, tra le prime al mondo, è avvenuta presso la Città della Salute di Torino.

Il bambino sottoposto al doppio trapianto è stato aiutato dalla Cooperazione sanitaria Atmo.

Due le equipe mediche coinvolte nel doppio intervento: quella del Centro Trapianto di Fegato dell’ospedale Molinette, diretta dal professor Mauro Salizzoni, e quella dell’Oncoematologia e Centro Trapianti dell’ospedale infantile Regina Margherita, diretta dalla dottoressa Franca Fagioli.

Il piccolo è stato sottoposto a trapianto di fegato da donatore pediatrico nel mese di marzo scorso è più di recente al trapianto allogenico di cellule staminali, ricevute da una donna americana compatibile con lui.

Dopo un periodo di isolamento, il bambino sta ora riprendendo la sua quotidianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.