agosto 24th, 2015

Bresso, protesta di migranti in strada traffico paralizzato

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 12:57pm

Momenti di tensione si sono registrati questa mattina a Bresso, vicino Sesto San Giovanni alle porte di Milano, dopo una protesta da parte di un centinaio di profughi, nel momento in cui sono giunti alcuni giornalisti nel centro di accoglienza.

La Croce Rossa che gestisce la struttura, li ha fatti allontanare e questo ha scatenato la rabbia dei migranti, circa 150 profughi di varie nazionalità che vivono accampati in tende.

Da qui la loro protesta si è spostata in strada, bloccando per circa un’ora parte di viale Fulvio Testi.

I richiedenti asilo hanno alzato la voce per la mancata concessione del permesso di soggiorno. Sul posto sono giunte le forze della polizia di Stato, i carabinieri e la prefettura. Tutto è poi rientrato intorno alle 11 con un corteo che non ha per fortuna fatto registrare incidenti, nel frattempo problemi anche al traffico.

Agenti e militari hanno poi impedito che i migranti tornassero in strada dopo il rientro nel campo con le tende in cui vivono.

Secondo testimonianze raccolte, le piogge delle ultime ore avrebbero causato infiltrazioni d’acqua negli spazi in cui dormono queste persone. Tra i problemi denunciati anche i documenti personali trattenuti dopo l’arrivo in Italia.

Caso marò, il Tribunale di Amburgo respinge le richieste fatte dall’Italia

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 12:17pm

Il tribunale di Amburgo ha deciso di non assumere alcuna misura temporanea sul caso marò in attesa della conclusione dell’iter giudiziario.

Lo ha deciso oggi con una sentenza che ha diviso i giudici,  sei su 15.

L’Italia aveva chiesto  il rientro di Salvatore Girone e la permanenza di Massimiliano Latorre per problemi di salute in Italia come misura temporanea.

«L’Italia e l’India devono sospendere ogni iniziativa giudiziaria in essere e non intraprenderne di nuove che possano aggravare la disputa», ha dichiarato il Tribunale.

Apre a Bristol, Dismaland, il parco giochi disturbante di Banksy

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 7:36am

Grande entusiasmo e grande attenzione per l’apertura del Dismaland, il parco giochi ‘disturbante’ ideato in Gran Bretagna, a Weston-super-Mare, Bristol, dall’artista la cui identità è sconosciuta, sebbene sia il più famoso di sempre, Banksy.

Migliaia le persone che lo hanno già visitato, nel solo giorno di apertura. Tante hanno anche trascorso la notte per strada, hanno fatto code  interminabili, pensando che fosse a numero chiuso, per poi scoprire che al  “Dismaland Bemusement Park“, i primi mille  visitatori sono stati sorteggiati in base al loro codice postale .

Il nome di questo nuovo ed insolito parco di divertimenti è Dismaland. Nato dall’incrocio tra due parole Disneyland e l’aggettivo dismal, ovvero osceno, fosco, mediocre. Una vetrina per i migliori artisti del momento provenienti da ogni parte del mondo, Italia esclusa, secondo il suo ideatore Banksy, devono interpretare 59 personaggi per la precisione, tra cui: Damien Hirst, Bill Barminski, Caitlin Cherry, Polly Morgan, Josh Keyes, Mike Ross, David Shrigley, Espo nonché dieci nuove opere di Banksy.

Dietro le mura di questa grandissima struttura, la parodia del mondo Disney con castelli decadenti e riferimenti espliciti nei confronti dell’establishment, del potere e del consumismo.

Un festival di arte, intrattenimento e introduzione all’anarchia, secondo quanto riportato sulla brochure che lo descrive.

 

 

Vittorio Brumotti: “Gli aggressori non si sono scusati, ora voglio risarcimento danni”

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 7:05am

Vittorio Brumotti passa all’attacco e dice la sua su come sono andate realmente le cose. Promette querele contro gli aggressori che gli hanno quasi causato la perdita di un occhio. (altro…)

Samantha Cristoforetti un ruolo nella saga di Star Trek”

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 6:49am

L’astronauta italiana Samantha Cristoforetti potrebbe avere presto una parte nel film “Axanar”. Nuovo movie dedicato alla celebre saga di Star Trek, le cui riprese partiranno nel prossimo anno. (altro…)

Lavorare troppo fa male, aumenta il rischio di ictus

Pubblicato il 24 Ago 2015 alle 6:22am

Secondo un recente studio inglese, pubblicato sulla rivista scientifica Lancet, accumulare molte ore di lavoro alla scrivania può essere controproducente per la salute. (altro…)