Terrorismo in Europa, in arrivo più controlli sui treni dopo l’attacco sul Tgv

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Ago 2015 alle ore 2:16pm

stazioni sicurezza treni
I biglietti ferroviari saranno presto nominativi sui treni a lunga percorrenza. Prevista anche la presenza di pattuglie miste su coinvogli transfrontalieri e sui bagagli.

Queste solo alcune delle nuove misure di sicurezza decise dai ministri di nove Paesi europei dopo l’attacco terroristico messo in atto sul treno ad alta velocità da Amsterdam a Parigi.

In rappresentanza dell’Italia il ministro Graziano Delrio e il viceministro Filippo Bubbico hanno potuto dire la loro.

Il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture italiano, al termine della riunione sulla sicurezza ferroviaria a Parigi ha sottolineato subito che “Ci saranno sì scambio di informazioni e più controlli, ma non rinunciamo al criterio di Schengen della libera circolazione delle persone, perché è un fatto di civiltà e il terrorismo da questo punto di vista non ci piega”.