Giovanni Scattone, omicida di Marta Russo, con la Buona Scuola docente di ruolo a Roma

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Set 2015 alle ore 11:59am

giovanni scattone morte marta russoGiovanni Scattone omicida di Marta Russa, la studentessa ferita a morte da un colpo di pistola partito dalla facoltà di giurisprudenza della ‘Sapienza’ di Roma il 9 maggio del 1997, tornerà ad insegnare.

E’ entrato infatti nella prima tornata di assunzioni della ‘Buona Scuola’.

Scattone, secondo quanto scrive ‘Il Corriere della Sera’ di oggi, dalla settimana prossima insegnerà Psicologia all’Istituto professionale Luigi Einaudi di Roma.

L’ex assistente di filosofia del diritto, che si è sempre dichiarato innocente, avrebbe superato il concorso del 2012 e pertanto, potrebbe fare ritorno in cattedra dal momento che la Suprema Corte ha stabilito, a suo tempo, che non venisse applicata per lui la pena accessoria di interdizione all’insegnamento.

Nel 2011 Scattone fu chiamato per una supplenza di Storia e Filosofia al liceo scientifico Cavour di Roma, stesso istituto frequentato dalla ragazza uccisa. E viste le polemiche che ne nacquero rinunciò a tale incarico.