‘Mai più così vicina’, il coinvolgente romanzo di esordio di Claudia Serrano

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Set 2015 alle ore 10:32am

mai piu cosi vicina cover
Mai più così vicina è il romanzo di esordio di Claudia Serrano edito Giunti (prezzo 12,00 euro) in tutte le librerie.

Un romanzo forte, coinvolgente, emozionante.
Una scrittura poetica, piena e intensa, per un esordio folgorante.

Perché è così difficile vedere la realtà quando ci si innamora?

Ogni donna sa che cosa significa incontrare il grande amore. E ogni donna sa anche bene che cosa significa perderlo.
Con una scrittura poetica, coinvolgente, emozionante, “Mai più così vicina” racconta il disperato tentativo di non mandare in pezzi il sogno più grande e più bello della vita.

Così, la protagonista Antonia, da un’assolata città del Sud, una ragazza che mette i tacchi anche per fare la spesa, arriva a Milano accarezzando il sogno di scrivere un romanzo che ha in mente da tempo. L’ impatto con la città e con il suo cielo senza colore non è dei più incoraggianti, finché un’amica non la trascina a una conferenza letteraria e in poche ore tutto quello che Antonia ha pensato non conta più. Milano le regala Vittorio, un uomo molto diverso da lei: Vittorio è un editore, appartiene ai ceti alti, è disinvolto, ha due occhi magnetici e quell’aria libera e sfrontata di chi non scende a compromessi. E soprattutto ha una vita sociale che intimidisce Antonia, ma nel contempo la affascina. Il bicchiere e la sigaretta sempre in mano, chiacchiere fino all’alba di cinema e libri con amici impegnati, romantiche gite in moto lungo i tornanti mozzafiato della Liguria. Antonia si innamora follemente di lui, ma qualcosa non funziona. Vittorio è sfuggente, sparisce, riappare, si sottrae, non programma e non promette. E proprio come la ragazzina down protagonista del suo romanzo, Antonia è costretta a misurarsi con i suoi limiti e le sue paure.

Claudia Serrano nata a Bari nel 1984 si è laureata in Filologia Moderna. Come giornalista pubblicista ha vinto diversi premi, tra i quali il “Premio di giornalismo Franco Sorrentino” per l’inchiesta condotta sul mondo dei non vedenti nella città di Bari. Ha frequentato il corso di alta formazione in Gestione della libreria presso la Scuola Librai Italiani di Orvieto e da alcuni anni esercita la professione di libraia.