Secondo uno studio britannico l’Alzheimer è trasmissibile

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Set 2015 alle ore 7:07am

alzheimer
L’Alzheimer è una malattia neurodegenerativa sulla quale se ne sa ancora molto poco, ma di recente una nuova ricerca rivela che potrebbe essere una malattia contagiosa.

Sì avete capito bene. Di certo si sa che porta chi vi è affetto a perdere gradualmente le proprie capacità cognitive, cosa per cui non esiste ancora una cura.

Ma in queste ore, è stata anche diffusa la notizia, prima tra tutto su Nature, da un team di scienziati inglesi che la «trasmissibilità» dell’Alzheimer possa essere collegata ad un altra malattia, e avvenire attraverso particolari procedure mediche, fra cui le trasfusioni di sangue.

Guidati da John Collinge, dell’University College di Londra, i ricercatori hanno osservato i cambiamenti prodotti dall’Alzheimer, come la presenza di placche della proteina beta-amiloide nel cervello e nelle pareti dei vasi sanguigni, in 8 persone morte per la malattia di Creutzfeldt-Jakob.

Delle 8 persone studiate dai ricercatori, in 6 casi l’autopsia avrebbe rivelato che nel loro cervello erano presenti i segni tipici della malattia di Alzheimer, placche della proteina beta-amiloide.

Ebbene, un’ipotesi, secondo gli esperti, che potrebbe per questo far pensare che le due patologie possano essere collegate e l’alzheimer possa essere trasmissibile.