Egitto, esercito uccide per errore 12 turisti, scambiati per combattenti dell’Isis

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Set 2015 alle ore 12:07pm

Scambiati per combattenti dell’Isis e attaccati mentre erano nel mezzo al deserto occidentale in Egitto, è quanto è successo ad un gruppo di turisti uccisi per errore dai militari in una operazione anti-terrorismo.

A riferirlo è il tour operator che ha organizzato il viaggio, la carovana, composta da quattro veicoli, bombardata dall’alto, da tre aerei da combattimento, e poi attaccata da forze di fanteria, che hanno sparato sui turisti in fuga.

Il gruppo vacanziero stava viaggiando lungo l’itinerario che va dal Cairo all’oasi di Bahariya.

Nell’agguato hanno perso la vita 12 persone, mentre altre 10 rimaste gravemente ferite.

Città del Messico ha prontamente chiesto al Cairo l’apertura di un’inchiesta. Il Ministero del Turismo egiziano difende però l’operato dei militari, riferendo che l’agenzia che ha organizzato il tour non ha chiesto alcuna autorizzazione e che il convoglio stesse viaggiando in una zona interdetta ai turisti perché vicina alla Libia.