ungheria muro migranti
L’Ungheria ha chiuso letteralmente le frontiere, anche l’ultimo passaggio aperto nel muro di 175 km eretto lungo la zona che collega con la Serbia, a Roeszke. Lo ha annunciato un portavoce dell’Unchr.

Il muro, che secondo il governo magiaro, dovrebbe impedire l’ingresso dei migranti, che cercano di raggiungere l’Unione Europea scappando dalla cosiddetta “rotta balcanica”.

Intanto ieri i governi dell’Unione europea hanno concordato di ricorrere ad azioni militari contro gli scafisti in operazioni navali nel Mediterraneo.

L’operazione dovrebbe cominciare già a partire dal prossimo mese di ottobre. Le forze militari navali avranno l’autorizzazione a sequestrare, far deviare le navi sospette di essere usate per i passaggi dei migranti, arrestare coloro che le guidano.

Il tutto senza entrare nelle acque territoriali libiche. Si tratta della seconda fase dell’operazione Navofr Med lanciata nel mese di
giugno.

Gli stati maggiori degli Stati dell’Ue si riuniranno domani per concordare gli aspetti tecnici e logistici e definire le regole di ingaggio dei militari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.